Sarà il pilota capannorese Marco Giomi a pilotare il Pallone Capannori al prestigioso 29° Raduno Aerostatico Internazionale “Città di Mondovì”.

15622667_10154850960048559_7983752075501551229_n1

Orgogliosi di comunicare che sarà il giovane pilota capannorese Marco Giomi per conto di Milano Mongolfiere  http://www.milanomongolfiere.com/ a pilotare il Pallone Capannori dal 6 all’8 gennaio al 29° Raduno Aerostatico Internazionale “Città di Mondovì”.

Un appuntamento importante e prestigioso a cui non poter mancare.

Per tre giorni i cieli della città saranno colorati da 31 palloni galleggianti che solcheranno l’aria dando vita a uno spettacolo senza uguali. Le mongolfiere voleranno da venerdì 6 a domenica 8 gennaio. Decolleranno due volte al giorno, alle 9 e alle 14,30, dall’area verde di Parco Europa (in via Manzoni). Appuntamenti extra: giovedì 5 gennaio la sfilata degli equipaggi nel centro storico, sabato 7 gennaio il NightGlow con le mongolfiere gonfiate al buio.

Un rapporto di stima e collaborazione lega il Comune di Capannori e il Comune di Mondovì.

Nel 2008 l’amministrazione di Capannori, per realizzare l’ambizioso progetto ‘Mongolfiera Comune di Capannori’, prese come modello la Città di Mondovì (CN) che all’epoca possedeva un pallone aerostatico con lo stemma del Comune impresso sull’involucro.

La ‘Mongolfiera Comune di Capannori’ rappresenta totalmente l’immagine di un territorio capace di ospitare in pieno i grandi princìpi stabiliti dal turismo sostenibile: solidarietà, rispetto delle bellezze naturalistiche ed ambientali e dei percorsi sentieristici e religiosi, valorizzazione delle tradizioni e delle tipicità gastronomiche, promozione delle grandi opere artistiche storiche e monumentali e delle sue strutture ricettive e ristorative, aderendo al contempo, come l’Europa ci chiede, ad un progetto di turismo, di rete, ecologico, condiviso, e dinamico.
Mondovì è a tutti gli effetti considerata la città delle mongolfiere. La prima mongolfiera arrivò nel 1979, importata dall’Inghilterra. Fu la prima a essere immatricolata in Italia e ne nacque la prima scuola di pilotaggio del Paese.
Dopo oltre 30 anni i balloons sono ormai una presenza costante nel cielo: “adottate” dalla città, le mongolfiere ne sono diventate un simbolo.
La Città di Mondovì è oggi: una capitale internazionale del volo in aerostato; il primo porto aerostatico italiano; l’organizzatrice del raduno di aerostati più longevo; la sede di una scuola internazionale; la sede dell’unico aeroclub monospecialità del Paese; l’organizzatatrice di eventi ai massimi livelli come il Campionato italiano  o le olimpiadi dell’aria, WAG-World Air Game (2009).

Foto: Ph Franz Pelizza http://www.franzpelizza.it

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: